E’ ormai ufficiale: il Sardegna Pride di quest’anno sarà di nuovo unitario e sfilerà per le strade di Sassari Sabato 2 Luglio. Lo comunica il coordinamento sardo del Sardegna Pride formato da MOS, ARC, Famiglie Arcobaleno, Unica LGBT, CGIL Nuovi Diritti, SPQR e Libellula che, dopo due mesi di incontri, ha deciso per una manifestazione unica, tradizione interrotta dalla pandemia, nel 2020 e 2021, per ovvie ragioni di restrizioni. La scelta di Sassari deriva sia dalla logica itinerante con cui è nata la manifestazione sarda, sia per celebrare, insieme, i primi 30 anni del Movimento Omosessuale Sardo.

Il coordinamento è al lavoro sul nuovo documento politico e sulle iniziative che verranno organizzate nei mesi precedenti e che costituiranno il percorso che ci condurrà alla grande manifestazione del 2 Luglio. Il corteo sfilerà per le vie cittadine e, su indicazione del MOS, associazione che quest’anno coordinerà la parte organizzativa, attraverserà tutto il centro storico e terminerà in piazza d’Italia. “Una scelta politica e il desiderio di essere presenti in un quartiere, il Centro Storico, che da anni versa nel più totale degrado e abbandono”, dicono dal MOS “tanto da minare le basi della convivenza pacifica della zona più multietnica della città. Il pride non è solo orgoglio, libertà e diritti di tutte, tutti e tuttə ma anche una grande festa “dell’amore contrapposto all’odio e alla discriminazione”! Quale miglior modo per rilanciare la convivenza, l’incontro e la contaminazione reciproca?”.

Il MOS ha già incontrato e coinvolto le associazioni del territorio con le quali ha messo a punto un fitto calendario di iniziative che si terranno in luoghi diversi nei mesi di Maggio e Giugno e culmineranno nel Pride Village, organizzato il collaborazione con il Beer Fest, del 30 Giugno e 1 e 2 Luglio ai Giardini Pubblici di Sassari e, ovviamente, nella parata di sabato 2 Luglio. Il percorso che ci condurrà al grande evento si chiamerà “Diritti al Pride” e avrà come logo una lumachina che lascia una scia arcobaleno ovunque passa.

Il MOS invita tuttə a partecipare e a collaborare nell’organizzazione che, dopo la pandemia, sarà piuttosto complessa. Chiunque fosse interessatə ci può contattare per mail o con un messaggio sulle nostre pagine Facebook MOS e Sardegna Pride o per cellulare al numero 3473804660 Giusi. Primo evento del calendario: Sabato 30 Aprile, dalle 19:00, al CCS Borderline con la serata per il 30 anni del MOS. Per tutto il resto #staytuned e #savethedate